Perché le stagioni non sono più le stesse?!

Oggi, primo giorno di Giugno, sono andato al mare. Al mare ci sono stato per prendere un po’ di sole, per fare il bagno e …perché no, anche per fare una bella camminata lungo la battigia. Personalmente sono amante del mare ed ammetto, a tale riguardo, di essere anche fortunato dal momento che la mia compagna, mia moglie, condivide pienamente questa mia passione. Al mare ci sono andato sempre molto volentieri ma confesso che col passare degli anni l’apprezzo ancora di più. Da tutto quello che si sente in giro credo che arrivando ad una certa età, quelli che riescono a tenersi lontani dai diversi dolori, piccoli o grandi sono sempre tali, siano effettivamente pochi, i fortunati. Ebbene io non credo di fare parte di questa fortunata categoria e pertanto al mare ci vado più che volentieri perché credetemi è un’ottima medicina; se volete provarla anche voi….fatelo! Eviterete così di avvelenarvi con l’uso smoderato di farmaci!

Andando al mare quest’anno abbiamo battuto due primati: Il primo per il fatto di esserci andati l’ultima Domenica di Marzo, il secondo per aver dovuto attendere il mese di Giugno per poterci riandare, ovviamente tempo permettendo! Certo che sia in televisione come pure sui giornali si sentono e si leggono diverse notizie a riguardo. Quella che fa più notizia è quella relativa all’inquinamento; a parere di tanti la causa principale del dissesto delle stagioni. Si è addirittura creata una grande manifestazione a riguardo tale inquinamento: una moltitudine di ragazzi, seguendo la portabandiera Greta Thunberg hanno fatto diverse dimostrazioni. Addirittura, è notizia d’oggi, la stessa Greta lascia la scuola per un anno per dedicarsi all’ambiente. Ma…. sarà vero, tutto questo?!. Che l’inquinamento sia arrivato a livelli smisurati lo sanno anche le grandi potenze economiche le quali, a mio avviso, sono le uniche che possono farci qualcosa; le manifestazioni oggi si fanno, domani sono già dimenticate e sopraffatte da svariati interessi! In quanto al clima leggendo le statistiche degli anni passati si vede nettamente che tali fenomeni atmosferici si ripetono costantemente nel tempo anche se con ciclo non costante. Allora cosa dire?! Personalmente direi a questi ragazzi di pensare più seriamente allo studio convinto che solo una generazione con una cultura più alta può diminuire l’inquinamento terrestre ed evitare altre spiacevoli sorprese. Credo altresì che nessuno può fermare l’evoluzione del pianeta terra ma tutti possiamo migliorarla. Come?…. Con il nostro piccolo e responsabile contributo!

Le Castella,frazione di Isola di Capo Rizzuto … Il mondo che vorrei!